Diario del mister - preparare allenamenti in funzione della gara

Pubblicato da: Salvatore Fasano Categoria: Blog Data: Commento: 0 Like: 352

Questa seduta di allenamento l'ho svolta in preparazione di una gara molto importante dell'ultimo campionato Juniores Regionale. Avevamo necessità di vincere in trasferta contro la prima in classifica per confermare il secondo posto e accedere alla fase Playoff; in caso di pareggio o sconfitta, avremmo rischiato addirittura di terminare al quarto posto, vanificando tutti gli sforzi fatti nel corso della stagione.

Come riferimento, il modulo adottato è 4-3-3, come facciamo in Prima Squadra; per questa gara abbiamo deciso di impostare una costruzione dal basso con portiere, tre difensori e un terzino (quello destro) più alto. Abbiamo deciso di alzare il nostro centrocampista centrale come vertice alto (bravo a smarcarsi su lancio lungo del portiere), abbassando i due mediani a ridosso dell'area per giocare a muro e ricercare subito lancio in profondità per un degli attaccanti esterni. I due mediani li abbiamo schierati a piede invertito per dargli la possibilità di calciare ad incrocio sull'attaccante esterno opposto. 

Che esercitazioni abbiamo svolto? Breve attivazione a secco, poi suddivisione del gruppo in due. Il primo gruppo ha svolto attività coordinativa in 4 stazioni diverse. L'altro gruppo ha iniziato un'attivazione tecnica finalizzata proprio alla costruzione dal basso. 

N.B. Nel grafico, sono già presenti i giocatori in rosso che prenderanno parte all’esercitazione seguente.

Possesso 10vs0 a due tocchi e ad un tocco. In questa fase, senza avversari, insisto molto sul concetto di "UOMO-SOLO"; chi trasmette palla deve sempre dare un'indicazione precisa al ricevente; in base ad essa, chi riceve decide se giocare a muro o se cercare un terzo uomo. Reputo la comunicazione fondamentale, quindi i giocatori devono assolutamente imparare a comunicare tra loro in modo preciso attraverso feedback stretti e comandi chiari. Tempo totale dell'attivazione: 6’.

I giocatori in più lavorano alle tre stazioni coordinative. Al termine del circuito, si cambiano con i pari ruolo per svolgere il possesso 10vs0.

 

Terminata l’attivazione, nella porzione di campo indicata, inizia un possesso 10vs6 ad ingressi; ad intervalli di 10” si fanno entrare due giocatori per volta in pressione; una volta entrati in 6, inizia un pressing di 1’. Ad ogni blocco, si cambia la coppia che entra per prima a pressare. 3 blocchi da 1’, con recupero di 1’. Totale circa 6’. Al termine, i 6 giocatori in pressione vengono sostituiti dai pari ruolo. L’obiettivo dei difendenti più il portiere è il mantenimento del possesso per un numero di tocchi minimo (esempio 6), oppure il raggiungimento di una linea di meta posta a metà campo.

 Nell’ultimo blocco, lavorano i ragazzi che nei primi 2 hanno fatto solo possesso.

 

Possesso 3vs2 nel quadrato 20x20 posizionato dietro la linea di metà campo. Circa 30-40”; durante il possesso, i 4 difensori in linea lavorano sui coni per la corsa e la sincronia. Due mezzeali Verdi e un attaccante esterno lavorano su scalette o cinesini.

Al termine del possesso, parte un cambio gioco del play verso attaccante esterno; contemporaneamente, attaccante esterno dx e centravanti corrono in transizione verso la porta avversaria.

 

Attaccante esterno riceve e viene affrontato passivamente dal terzino destro che si fa saltare. Attaccante punta il fondo e viene affrontato dal difensore centrale destro, passivamente. Terzino destro scappa verso la porta e ricompone linea a 3 a copertura della porta in diagonale (linea gialla). I verdi attaccano la porta come in figura.

 

TEMPI: indicativamente, ogni azione durerà circa 1’. Ad ogni azione si cambiano i giocatori in più.

 

Si svolgono 10 azioni da dx e 10 azioni da sx. Per un totale di circa 20”.

 

Con grande soddisfazione, la partita è stata vinta da noi (San Giorgio 1926 – Afro-Napoli United 1-2) con merito. Soprattutto nel primo tempo, abbiamo disputato una grande gara, senza subire tiri in porta, stazionando prevalentemente nella metà campo avversaria. Dopo 20’ eravamo già sul 2-0, sfiorando poi il 3-0 con un gran tiro da fuori finite sul palo.

 

Ai fini della verifica che faccio ad ogni partita, posso dirvi che la costruzione dal basso preparata si è verificata solo in una occasione, mentre siamo stati positivi e c’è stato riscontro effettivo con quanto fatto in allenamento, negli attacchi laterali e soprattutto, da un punto di vista difensivo, nella difesa su lanci lunghi dalla metà campo avversaria.

 

Mi raccomando sempre: verificate e confrontate quanto fate in allenamento e quanto accade in gara.

Salvatore Fasano

Commenti

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre