I Fondamentali del Calcio: #3 – Passare il pallone

Pubblicato da: mistersoccer.it Categoria: Fondamentali Tecnici del Calcio Data: Commento: 0 Like: 3930

Passaggio e Trasmissione – 6 – Tecnica e tattica individuale 2a parte

In questa seconda parte dedicata a tecnica e tattica individuale approfondiremo il fondamentale tecnico del passaggio del pallone.

“Il calcio consiste fondamentalmente in due cose. La prima: quando hai la palla, devi essere capace di passarla correttamente. La seconda: quando te la passano, devi saperla controllare. Se non la puoi controllare, tantomeno la puoi passare.“ Johan Cruijff

Nella scorsa puntata del blog abbiamo trattato l’azione del “calciare” e la sua progressione didattica; oggi faremo lo stesso per quanto concerne il passaggio della palla.

PASSAGGIO

  • Il passaggio è l’azione con la quale trasmettiamo la palla ad un compagno ed è il collegamento tra la tecnica individuale (un giocatore in rapporto con un pallone) ed il gioco collettivo (un pallone per più giocatori).

  • Un dato statistico ci dà la cognizione di quanto sia importante questo fondamentale tecnico ed il suo allenamento, sia nei settori giovanili che nelle prime squadre: mediamente, in una partita di Serie A avvengono circa 300 passaggi per ciascuna squadra.

  • Una buona tecnica di passaggio permette di mantenere il controllo del gioco attraverso il ;possesso palla.

  • Una buona trasmissione di palla ci permette di guadagnare; tempo spazio e soprattutto, di superare molti avversari con un solo tocco del pallone.

    • SPAZIO: La direzione del passaggio viene sempre dettata dal compagno che, con il suo movimento nello spazio, suggerisce al portatore la direzione in cui mandare il pallone.

    • TEMPO: il tempo del passaggio viene dato dal portatore di palla in base alla sua possibilità di giocare la palla.

Nel video contenuto nella puntata dedicata al passaggio abbiamo parlato; delle posture, delle modalità di calcio e delle varie parti del corpo interessate.

Passiamo ora alle tipologie di passaggio in base alla direzione:

  • in profondità o verticalizzazione (su di un compagno che viene definito vertice)

  • indietro o scarico (su di un compagno che viene definito sostegno)

  • incrociato (sta ad indicare un cambio di gioco attraverso il campo)

  • trasversale (giro palla, percorrendo l’ampiezza del campo, ad esempio, da terzino ad altro terzino)

ed in base alla funzione:

  • appoggiato (sul piede del compagno o nello spazio)

  • filtrante (ad attraversare i corridoi e gli spazi dietro una linea di reparto o alle spalle di un avversario)

  • passante (nella parte cieca del difensore, alle sue spalle)

La didattica del passaggio prevede una serie di principi molto importanti:

  • Possessi palla con jolly per determinare sempre situazioni di superiorità numerica con o senza sponde per individuare vertici, sostegni e ruoli predeterminati

  • Partite a tema a tocchi predefiniti

  • Mini partite a campo ridotto per allenare il passaggio corto

  • Partite da area ad area con linea di meta per allenare il passaggio lungo

  • Esercitazioni Analitiche a coppie, a terne, a quaterne etc.

I principi appena esposti trovano il loro fondamento nei seguenti esempi; esercitazioni basilari, molto semplici ma allo stesso tempo molto efficaci:

  • possesso palla 4 contro 2 (per allenare il filtrante-appoggiato)

  • possesso palla a 3 squadre da 5 giocatori, ognuna di un colore (praticamente si gioca sempre 10 contro 5)

  • possesso palla 5 contro 5 + 3 jolly (la squadra in possesso palla gioca con un giocatore per lato ed uno interno al campo insieme con i 3 jolly)

  • possesso palla 2 contro 2 + 1 sostegno o appoggio

  • possesso a squadre con punto conseguito ad ogni passaggio nello spazio

  • possesso 4 centrocampisti contro 4 centrocampisti a centrocampo e ricerca del passaggio filtrante per le 2 punte che giocano contro 2 difensori

  • mini partite a tema da 3 contro 3 a salire con obbligo dei due tocchi

  • esercitazioni analitiche a coppie, a terne o con più calciatori in spazi diversificati in base al numero dei giocatori.

Di seguito, vi rimettiamo due esempi di esercitazioni calcio utili all’allenamento del passaggio del pallone secondo i principi che abbiamo esposto sopra.

Nella prossima puntata parleremo del tiro in porta e della sua progressione didattica.

Restate collegati

Buona lettura

Mister Salvatore Fasano

Commenti

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre